Mercoledì, 08 Marzo 2017 11:24

Restauro ed efficientamento energetico di un edificio storico: Casale Strozzi - Tesi di Laurea di Benedetta Cutrera

Scritto da 
Benedetta_Cutrera_Tesi Benedetta_Cutrera_Tesi
Descrizione:

Il lavoro su Casale Strozzi si presenta come caso-studio, volto a delineare un percorso metodologico di avvicinamento al bene tutelato, dalla fase di acquisizione della conoscenza storico-artistica e di indagine sulla materia, attraverso una fase di giudizio critico, fino al delineamento del progetto. 

Al fine di inserire l’edificio in un nuovo ciclo di vita rispettoso della sua origine, attraverso un adeguamento ai nuovi requisiti tecnologici e funzionali odierni, è risultato necessario seguire un approccio multidisciplinare per la comprensione dell’oggetto di studio in tutta la sua complessità, attraverso un lavoro parallelo nell'ambito storico del restauro e nell'ambito tecnologico ed energetico. 

Al fine di apportare un significativo adeguamento tecnologico ed un conseguente efficientamento energetico, attraverso il software Stima 10 si è realizzato un modello statico dell’edificio riproponendo le stratigrafie delle partizioni perimetrali così da fare una diagnosi delle dispersioni termiche e delle criticità dell’edificio, valutandone i costi energetici. Osservazioni bioclimatiche dell’area (ventilazione naturale e apporti solari), considerazioni tecnico-costruttive e formali dell’edificio, hanno delineato un piano di intervento per il miglioramento della prestazione energetica dell’involucro, nel rispetto dell’istanza storico-artistica del bene e dell’integrazione con esso, quali: 

  • L’isolamento termico posto all'interno, per preservare il valore estetico delle pareti graffiate
  • L’installazione di un sistema di conduzione di luce naturale nel piano ipogeo
  • La scelta di elementi vetrati con diversi fattori solari a seconda dell’esposizione alla radiazione
  • La scelta di materiali naturali e biocompatibili
  • La realizzazione di opportune barriere frangivento con alberature sempre verdi nei fronti maggiormente esposti
  • La realizzazione di un sistema di copertura ventilata con coppi fotovoltaici integrati
  • La realizzazione di un sistema di ombreggiamento dinamico che richiamasse la decorazione parietale esistente
I soli interventi sull'involucro hanno portato ad una notevole riduzione del consumo energetico necessario per il condizionamento invernale ed estivo, passando da classe energetica G a  B.Con l’installazione di un sistema di impianto con generatore a pompa di calore aria-acqua ad alta efficienza, con la scelta di terminali a pannelli radianti prefabbricati posati a secco a pavimento, si sale dalla classe B alla A. Infine con il connubio pompa di calore-fotovoltaico si riduce nuovamente l’energia primaria necessaria, raggiungendo la classe energetica massima, A+, con una produzione di energia pari a 38 mila euro/anno di guadagno economico. In conclusione, il caso studio di Casale Strozzi è un esempio di come, la conoscenza del valore dell’edificio, l’osservazione sulle condizioni climatiche del sito, accorgimenti tecnologici-impiantistici, possano integrarsi creando un progetto multidisciplinare in grado di rimettere in vita un edificio storico, adeguatamente rispondente ai fabbisogni odierni.

 

 

Download:
Read 2068 times Last modified on Mercoledì, 08 Marzo 2017 11:55
Vota il contenuto:
(7 votes)